LEONARDO DA VINCI: L'UOMO RINASCIMENTALE PER ECCELLENZA

Galleria Arte

LEONARDO DA VINCI: L'UOMO RINASCIMENTALE PER ECCELLENZA

Giovedì 6 ottobre 2016, dalle ore 18.30, la galleria Pisacane Arte e ContainerLab Association inaugurano la mostra "Leonardo da Vinci e i Contemporanei": un'importante rilettura dell'opera pittorica e tecnica di Leonardo da Vinci. 

Dopo il successo della mostra esposta presso Palazzo Martinengo a Brescia, l'esposizione approda, fino al 30 ottobre, a Milano, città che accolse lo stesso Leonardo e che è ricca di testimonianze del suo passaggio. 

leonardo.jpg“Uomo rinascimentale” per eccellenza, Leonardo da Vinci (1452 - 1519) incarnò in pieno lo spirito della sua epoca. Si occupò di architettura, pittura e scultura, fu disegnatore, ritrattista, sce- nografo, anatomista, musicista, progettista e inventore. Genio illimitato dallo stile arioso e delicato, destinato a rivoluzionare profondamente l’arte italiana.

Toscano di nascita e formazione, nel 1482 si trasferì a Milano dove lavorò al servizio della Corte fino al 1498, quando i francesi conquistarono il potere: la città, al centro di una regione potente e in espansione, era una delle poche in Europa a superare i centomila abitanti.

Doveroso ricordare le opere che Leonardo vi realizzò: la Vergine delle rocce (1486 ca), la Dama con l’ermellino (1485), Ritratto di Dama o Belle Ferronnière (1490- 95 ca) e il dipinto nel refettorio di Santa Maria delle Grazie dedicato all’Ultima Cena (1495-97).

Gli Sforza coinvolsero l’artista anche in altri importanti progetti già in corso, come la costruzione del Duomo, per il quale eseguì diversi studi, ora testimoniati dai disegni conservati nei musei, e soprattutto l’ampliamento dei Navigli.

 Questi ultimi consistono in una rete di canali navigabili, la cui costruzione iniziò nel XII secolo con lomilano2.jpg scopo di mettere in comunicazione Milano con il Lago Maggiore, il Lago di Como e il basso Ticino. Leonardo perfezionò il sistema delle conche del Naviglio della Martesana (realizzato per volontà di Francesco Sforza a partire dal 1457) attraverso l’utilizzo di portoni ad angolo e portelli aperti per il deflusso delle acque. 

Inoltre, Francesco I gli commissionò durante il suo secondo soggiorno milanese (1508-1513), un progetto per il collegamento diretto di Milano con l’Adda. Le due possibili soluzioni pensate da Leonardo, che sono conservate nel Codice Atlantico presso la Biblioteca Ambrosiana, risultarono troppo ardite per l’epoca.

monumento_leonardo.jpg

Interessante il particolare del Monumento a Leonardo da Vinci (1872) dello scultore Pietro Magni, che si trova in Piazza Scala, nel quale lo scienziato mostra le conche del naviglio a Ludovico il Moro (esiste a proposito anche un dipinto del 1860 di Cherubino Cornienti).

A Milano, il genio toscano riuscì quindi a mostrare tutte le sue facce e ad esprimere al massimo i suoi molteplici talenti.

 

LEONARDO DA VINCI E I CONTEMPORANEI

inaugurazione giovedì 6 ottobre, dalle ore 18.30

in mostra fino al 30 ottobre

Per info sulla mostra: galleria@pisacanearte.it

Le opere esposte: clicca qui

Leggo il comunicato stampa: clicca qui

Pisacane Arte 04-10-2017

tags

news

Richiedi informazioni

Compila il seguente modulo, provvederemo a richiamarti al piĆ¹ presto per fissare un incontro.


:
 Si
 

Captcha Code

Click the image to see another captcha.